Sulla nomina del M5S in Gtt intervenga la Corte dei Conti

“Sulla nomina di Paolo D’angelo in Gtt intervenga la Corte dei Conti”: è quanto chiede Silvia Fregolent, deputato di Italia Viva, sulla vicenda  di un membro dello staff dall’assessore  ai Trasporti  di Torino promosso a dirigente dell’area ‘Sistemi Informativi e innovazione tecnologica’ della società pubblica di trasporto locale del capoluogo piemontese.

“Saranno gli organi di controllo a verificare che la nomina sia stata fatta nel rispetto delle norme vigenti ed in base alle competenze del nuovo dirigente. Sicuramente Chiara Appendino ha fatto l’ennesimo passo falso in un momento di crisi e di cassa integrazione di Gtt. Emerge ancora una volta il vile populismo del M5S che propone riduzioni demagogiche per le indennità dei parlamentari per poi piazzare i fedelissimi a livello locale garantendo lauti stipendi e incarichi di primo piano”: conclude Silvia Fregolent.

Il governo impedisca a Regione Piemonte di trasferire positivi in RSA

Lo spostamento di malati di Coronavirus nelle Residenze sanitarie assistenziali potrebbe causare una strage. Il governo intervenga per annullare la delibera della Regione Piemonte sul trasferimento di pazienti contagiati. L’emergenza sanitaria da Coronavirus sta mettendo a dura prova la tenuta del sistema sanitario nazionale ed in particolare quello piemontese. La regione Piemonte è infatti tra le più colpite in Italia per casi positivi, vittime e ricoveri in terapia intensiva nonostante i tamponi effettuati siano minori rispetto ad altri territori. Tutti hanno diritto ad essere curati, ma è evidente che mettere a contatto, seppur con le precauzioni dovute, pazienti positivi al virus con i degenti delle Rsa, spesso anziani malati cronici non autosufficienti e polipatologici, possa rappresentare un pericolo enorme per i soggetti deboli maggiormente a rischio.

Basta polemiche, Piemonte ha bisogno di unità e responsabilità

“Basta polemiche, il Piemonte ha bisogno dell’apporto di tutti per superare l’emergenza e ripartire”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputato di Italia Viva, sullo scambio di accuse tra governo e Presidente della Regione Cirio sulla gestione del contrasto al Coronavirus.

“In un momento cosi difficile la gente ha bisogno di risposte e non di polemiche strumentali, quindi invito tutti alla prudenza. Dopo ci sarà tutto il tempo per analizzare le scelte in materia di sanità: indirizzi che hanno portato il Piemonte, con 4 posti letto ogni 100 mila abitanti, ad avere  la dotazione più bassa di pneumologia in Italia. Oggi è il momento dell’unità e della responsabilità”

Stabilizzare precari 118 Piemonte

“I dottori precari del 118 del Piemonte impegnati oggi in prima linea per combattere il Coronavirus devono essere stabilizzati. Chi rischia ogni giorno facendo il proprio lavoro per aiutare i malati non può essere oggetto di diatribe burocratiche”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputato di Italia Viva, sulla Sentenza della Corte Costituzionale che potrebbe annullare l’assunzione di personale medico.

“Fu il governo gialloverde a chiedere l’intervento della Consulta nel 2019 opponendosi alla stabilizzazione. Ora però è il tempo della solidarietà e non delle polemiche: chiedo al Ministro Speranza ed al Governatore Cirio di intervenire tempestivamente per risolvere questa vicenda incredibile e paradossale”: conclude Silvia Fregolent.

Coronavirus: il mio intervento sul TG2

Carissimi, oggi sono intervenuta al TG2 sull’emergenza Coronavirus. Potete rivedere il mio itervento qui: https://www.tg2.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-bee8bcfd-a231-47fa-a043-5495a71c9522-tg2.html?

Riconoscere ospedale Alessandria polo di ricerca per patologie ambientali

Il Ministero della Salute riconosca il polo ospedaliero di Alessandria quale Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs) per patologie ambientali e mesotelioma. Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità circa il 24% di tutte le malattie globali (e il 33% delle malattie nei bambini al di sotto dei 5 anni) è dovuto all’esposizione a fattori ambientali o al cambiamento climatico (come recentemente il Chikungunya). Si tratta di patologie in crescita anche nel nostro paese dove però non è ancora stato istituito alcun Irccs specifico. L’Azienda Ospedaliera e Sanitaria di Alessandria ha sviluppato in questi anni competenze e professionalità che devono essere adeguatamente riconosciute e sostenute!

Regolamento dehors: Appendino ha perso il contatto con paese reale

Con il nuovo regolamento sui dehors degli esercizi ricettivi il M5S dimostra a Torino di aver perso completamente il contatto con il paese reale. Le nuove norme, approvate prima dalla Giunta e poi dal Consiglio comunale senza alcuna reale dialettica con le categorie interessate, iniziano purtroppo ad avere ricadute disastrose sulle imprese del settore e sull’occupazione. L’aumento della tassazione per le strutture fisse supera infatti il 35 per cento, senza dimenticare chi ha già fatto notevoli investimenti e potrebbe essere costretto a ridimensionare o chiudere la propria attività.

Ancora una volta la Giunta Appendino, invece di confrontarsi con le attività produttive locali per cercare soluzioni condivise, accusa sommariamente gli esercenti di abusivismo, dimenticando che in questi anni è anche grazie alla buona volontà ed alla capacità del tessuto imprenditoriale cittadino se Torino sta riuscendo, nonostante i disastri del governo dei 5 Stelle, a resistere alla crisi e ad essere protagonista

Su Rosso un vergognoso rimpallo di responsabilità

Italia Viva ha nel suo DNA il garantismo, ma quello che sta accadendo nella vicenda dell’assessore Roberto Rosso è veramente vergognoso. Al di là della vicenda giudiziaria su cui aspettiamo gli sviluppi è sconcertante il rimpallo delle responsabilità sulla sua nomina in Regione Piemonte che ha francamente superato ogni limite. La gara sulle presunte responsabilità fra Fratelli d’Italia che scarica ogni addebito verso il Presidente Cirio e lo stesso governatore che accusa il partito di Giorgia Meloni, nel silenzio assordante della Lega é la testimonianza di un governo regionale completamente allo sbando e succube di veti incrociati

Tav: bene apertura cantieri, da Cirio solo parole

“La ripresa dei lavori della Torino – Lione dopo lo stop voluto dal precedente governo è una buona notizia per l’Italia e per il Piemonte. Occorre era monitorare l’iter dell’opera e ci auguriamo che il Ministro Paola De Micheli nomini al più presto il Commissario per la Tav dopo l’allontanamento di Foietta, cacciato da Lega e M5S nel 2018, il cui lavoro è potuto proseguire soltanto grazie alla Regione Piemonte guidata da Chiamparino che ha garantito risorse adeguate: un ottimo lavoro non condiviso però dall’attuale governatore Cirio che, succube di Salvini ed una volta vinte le elezioni, ha cacciato nuovamente Foietta senza garantire in questi mesi nessuna attività di presidio strategico e aggiornamento sugli sviluppi dell’adeguamento dell’asse ferroviario”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, capogruppo di Italia Viva in Commissione Ambiente della Camera.

TAV: la marcia non diventi pretesto per azioni di violenza

“Chiediamo al Ministro dell’Interno ed al Prefetto di prestare la massima attenzione affinché la marcia No Tav di domenica prossima in Valsusa sia pacifica e non diventi il pretesto, come già purtroppo accaduto in precedenza, per provocare atti di violenza contro i cantieri. Il diritto a manifestare deve essere rispettato ma deve avvenire in un contesto pacifico e nella piena legalità”: è quanto dichiarano in un comunicato congiunto Silvia Fregolent, deputato di Italia Viva ed Osvaldo Napoli, deputato di Forza Italia sulla manifestazione in programma l’8 dicembre.

“La Tav è una opera ambientalmente sostenibile che porterà benefici economici ed occupazionali in tutto il Piemonte; stupisce per questo l’adesione della Fiom – Cgil alla marcia. Una sostegno incomprensibile alla luce soprattutto delle numerose crisi aziendali attualmente aperte nella regione

Seguimi su Facebook

Gli ultimi Tweet

Scrivimi