Chi blocca le interrogazioni su Appendino?

Da molti mesi sei interrogazioni sull’operato di Chiara Appendino a mia prima firma sono ferme in Parlamento in attesa di risposta. Ben sei di queste chiamano in causa il Ministro Salvini, che evidentemente non vuole confrontarsi con le Camere, e riguardano la vicenda oscura del suo ex portavoce Pasquaretta; lo sgombero flop delle palazzine Ex Moi; i colpevoli ritardi sullo spostamento del mercato etnico ‘Barattolo’; l’appoggio ufficiale del comune di Torino alle manifestazioni No Tav; i gravi problemi causati agli esercenti commerciali di Torino per l’organizzazione della festa patronale di San Giovanni. Una interrogazione riguarda infine la svendita delle quote della partecipata multiservizi Iren.
Ho già sollecitato più volte agli uffici competenti di Montecitorio una risposta a questi atti, ora mi appello al Presidente Fico affinché sblocchi questa situazione inaccettabile e intervenga sul governo per far luce al più presto sulle scelte ambigue e controproducenti dell’amministrazione comunale di Torino.