Salvini impaurito e confuso continua a temporeggiare sulla Tav

Salvini, forse preoccupato dalla possibilità di finire sotto processo, continua a rimandare le decisioni sulle infrastrutture che servono al Paese. Del resto l’Italia non si governa con i like ma con provvedimenti e leggi. Provi il ministro, se ci riesce, a spiegare il suo temporeggiare ai cittadini, agli operai, agli imprenditori ed agli amministratori locali che incontrerà venerdì a Chiomonte quando visiterà i cantieri della Torino – Lione. L’ennesimo rinvio della votazione del documento di indirizzo deciso oggi dalla maggioranza di governo a Montecitorio è un chiaro sintomo di debolezza della Lega che vorrebbe forse scambiare il mancato ammodernamento delle infrastrutture con l’immunità del suo leader.