Alloggio popolare scontato a deputata del M5S, Appendino intervenga

Se la vicenda del deputato del M5S Celeste D’Arrando, riportata oggi dalla alcuni organi di informazione, venisse confermata si tratterebbe di un fatto gravissimo non solo penalmente ma anche eticamente. Siamo di fronte ad una ‘portavoce’ dei cittadini, la stessa che recentemente si è addirittura vantata di aver schedato per orientamento politico e su indicazione del Ministro Grillo i componenti del Consiglio Superiore della Sanità, ma che si è però ‘dimenticata’ di aggiornare il proprio reddito per pagare meno affitto in una casa popolare gestita dal comune di Torino ricevendo per questo soltanto una multa. E tutto accade nel silenzio assoluto del sindaco Chiara Appendino che qualche mese fa non riuscì però a trovare un alloggio ad una coppia con tre figli piccoli che vivevano in una auto