Fisco: dal Pd proposte concrete per riduzione delle tasse e semplificazione

Oggi sono stata eletta capogruppo in Commissione VI Finanze di Montecitorio. Le politiche fiscali che sosterrà il PD saranno opposte a quelle del governo gialloverde. Ai condoni ed alla flat tax che penalizzano i cittadini onesti, le imprese innovative, i lavoratori dipendenti ed i pensionati rilanceremo provvedimenti che avranno l’obiettivo di attuare una riduzione graduale della tassazione, maggiormente equa e semplificata, in continuità con quanto fatto dai governi a guida Pd negli ultimi anni.
Il nostro obiettivo sarà anche quello di aumentare tutele e diritti per i lavoratori autonomi e le partite iva; sostenere l’accesso al credito e l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese; promuovere azioni efficaci di fiscalità ambientale; proseguire nell’incentivazione di strumenti di supporto anche finanziario per le start-up e le Pmi innovative sul modello dei Pir, ed andare avanti con i processi di semplificazione per gli adempimenti tributari a partire dalla fatturazione elettronica. Si tratta di proposte concrete, in parte già avviate nella scorsa Legislatura, e non di slogan ad effetto come quelli utilizzati dagli attuali ministri che continuano ad annunciare, come per gli studi di settore, la soppressione di strumenti già aboliti per legge e che non saranno più a regime dal 2019.