Appendino usa i nuovi centri commerciali come bancomat

La giunta Appendino fa cassa con i nuovi supermercati. Dopo il mancato blitz sull’acqua pubblica il Consiglio comunale di Torino ha approvato il bilancio grazie agli oneri di urbanizzazione di ulteriori centri commerciali. E’ andata in scena l’ennesima ‘bufala a 5 Stelle’. Nel libro dei sogni del Movimento, rivenduto in campagna elettorale come programma di mandato, si parlava invece di stop al ‘consumo di suolo’, ‘opposizione alla realizzazione di nuovi centri commerciali’, promozione di prodotti a ‘km 0’, valorizzazione del ‘tessuto commerciale cittadino, in alternativa alla grande distribuzione. Tutte buone intenzioni rimaste però tali. Benvenuti nel mondo reale, dove per assicurare i servizi ai cittadini è necessario anche utilizzare gli oneri di nuove cubature, ma va fatto all’interno di una programmazione complessiva che sappia far convivere i centri commerciali con gli esercizi di vicinato e non esclusivamente come ‘bancomat occasionale’ come sta facendo oggi il sindaco Appendino. Non sarà possibile nascondersi all’infinito dietro l’ideologia per mascherare incapacità ed incompetenza.