Dopo Manet, Salone del Libro e Jazz, Torino perde anche Cioccolatò

Purtroppo l’unica notizia certa è che, dopo dodici edizioni di successo, quest’anno CioccolaTò non verrà effettuata. Nel 2016 Torino perderà anche questo evento di primissimo piano. Ancora una volta le scelte dell’amministrazione comunale penalizzano tutta la città che rinuncia a miliardi di fatturato e, stando ai numeri registrati negli scorsi anni, a circa 340mila visitatori: un’occasione persa per valorizzare i nostri maestri pasticceri, il settore turistico e ricettivo e soprattutto quella ‘Torino’ capitale del cioccolato che rischia di cedere lo scettro ad altre città con minore tradizione ma con maggiore programmazione. Promettendo di raddoppiare gli appuntamenti per coprire gli attuali e continui fallimenti è controproducente ed i cittadini se ne stanno rendendo conto. La giunta Appendino, dopo clamorose defezioni, è stata capace soltanto di annunciare grandi eventi: dalla Mostra di Manet al Salone del Libro, passando per il Festival del Jazz. Una lista interminabile a cui si aggiunge ora anche CioccolaTò.