Dai 5 Stelle solo demagogia ed opportunismo

“Con Chiara Appendino ritornano di moda i classici della demagogia: il reddito di cittadinanza ed il taglio dei portaborse. Già esaurita la ventata di novità emerge con forza il populismo pentastellato”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, Vicepresidente dei deputati Pd sui recenti annunci della candidata dei 5 Stelle a sindaco di Torino. 

“Da sempre i candidati 5 Stelle, sia a livello locale che nazionale, annunciano il reddito di cittadinanza, che costerebbe 17 miliardi di lire annue, senza però individuare le coperture finanziarie necessarie”.

“Altro ritornello è quello dei portaborse che sarebbero stati tagliati per finanziare le imprese – continua Silvia Fregolent –. Ricordiamo che i 5 Stelle in questi anni, anche dove sono al governo locale, non hanno assunto alcuna misura sui portaborse: non hanno portato avanti la regolamentazione della categoria degli assistenti parlamentari negando loro diritti e tutele, hanno impiegato al contrario amici e parenti contro ogni criterio meritocratico annunciato ma mai attuato, ed hanno beneficiato comunque degli incentivi di quel ‘Job Act’ che avevano tanto denigrato”.