Una sistemazione idonea per Chiara Insidioso

Chiediamo un incontro al Prefetto Tronca per individuare una soluzione adeguata alla situazione della giovane Chiara Insidioso, la ragazza che è sopravvissuta alla brutale aggressione del fidanzato e che da due anni si trova in stato vegetativo a causa delle gravi lesioni cerebrali riportate. La ragazza è attualmente ricoverata all’ospedale Santa Lucia di Roma ma a giorni sarà dimessa per essere trasferita in una casa di cura per anziani terminali inadatta per il suo progetto riabilitativo. Occorre, dunque, trovare una sistemazione idonea per Chiara, agendo in totale e autentico sostegno per lei e per la sua famiglia. Lasciare che questa ragazza venga ricoverata in un luogo inadatto alla sua condizione significherebbe condannarla all’oblio, Chiara può e deve essere ospitata in una struttura che la aiuti a recuperare le sue funzioni.