Sì alla ‘stepchild adoption’

Sono favorevole alle unioni civili e non ho mai affermato di essere contraria alla ‘stepchild adoption’ anche per le coppie omosessuali! Smentisco categoricamente le notizie pubblicate sul sito internet The Huffington Post. Mi sono già espressa pubblicamente a sostegno del riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali ed ogni notizia apparsa sui mass media che contraddice questa posizione è strumentale e palesemente falsa. La ‘stepchild adoption’, anche per le unioni gay, è già presente da anni in molti paesi europei e rappresenta prima di tutto una tutela verso quei minori, ad oggi oltre 100mila in Italia, che rimarrebbero da soli e senza diritti se succedesse qualcosa al genitore naturale.Sono favorevole alle unioni civili e non ho mai affermato di essere contraria alla ‘stepchild adoption’ anche per le coppie omosessuali! Smentisco categoricamente le notizie pubblicate sul sito internet The Huffington Post. Mi sono già espressa pubblicamente a sostegno del riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali ed ogni notizia apparsa sui mass media che contraddice questa posizione è strumentale e palesemente falsa. La ‘stepchild adoption’, anche per le unioni gay, è già presente da anni in molti paesi europei e rappresenta prima di tutto una tutela verso quei minori, ad oggi oltre 100mila in Italia, che rimarrebbero da soli e senza diritti se succedesse qualcosa al genitore naturale.Sono favorevole alle unioni civili e non ho mai affermato di essere contraria alla ‘stepchild adoption’ anche per le coppie omosessuali! Smentisco categoricamente le notizie pubblicate sul sito internet The Huffington Post. Mi sono già espressa pubblicamente a sostegno del riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali ed ogni notizia apparsa sui mass media che contraddice questa posizione è strumentale e palesemente falsa. La ‘stepchild adoption’, anche per le unioni gay, è già presente da anni in molti paesi europei e rappresenta prima di tutto una tutela verso quei minori, ad oggi oltre 100mila in Italia, che rimarrebbero da soli e senza diritti se succedesse qualcosa al genitore naturale.