DDL Concorrenza: una prima, fondamentale svolta

L'approvazione del ddl concorrenza rappresenta una prima, fondamentale tappa nel cammino verso un mercato più libero e concorrenziale. (1)

L’approvazione del ddl concorrenza rappresenta una prima, fondamentale tappa nel cammino verso un mercato più libero e concorrenziale. Con il voto si segna una svolta nella lotta ai vari monopoli e oligopoli italiani, e si offrono maggiori garanzie ai cittadini”. Lo dichiarano Silvia Fregolent e Andrea Martella, vice-presidenti del gruppo Pd alla Camera e relatori del provvedimento.
“Il disegno di legge sulla concorrenza – spiegano Fregolent e Martella – abbraccia i settori nevralgici dell’economia e, in molti di essi, colpisce con coraggio le rendite di posizione e gli ostacoli che hanno fino a ora frenato molti mercati italiani. Da oggi la competizione commerciale nel campo delle assicurazioni, dell’energia, delle professioni ,del turismo alberghiero potrà avvenire con condizioni di maggiore parità e tutela del consumatore”.
“Le nuove regole nel campo delle Rc auto – continuano i relatori – premieranno i comportamenti virtuosi e colpiranno con maggiore efficacia quelli fraudolenti. Il passaggio al mercato libero dell’energia sarà avverrà in modo tale da garantire un’effettiva competitività del mercato e insieme maggiori tutele per i consumatori. L’aumento del numero dei notai determinerà condizioni economiche più vantaggiose. Rimossi invece, grazie alle norme sulle telecomunicazioni, gli svantaggi per chi deve recedere da un contratto telefonico. Il mercato delle farmacie diventa invece più fluido e dinamico, con l’apertura ai capitali societari”.
“Di particolare rilievo è la norma sul parity rate. Da oggi gli albergatori italiani non saranno più ostaggio delle agenzie di prenotazione internazionale, a tutto vantaggio dei clienti. La strada verso una piena concorrenza non è ancora completata ma il voto di oggi rappresenta un tratto fondamentale”, concludono Fregolent e Martella.