Assicurazioni: novità a tutela del cittadino

puzzle-210791_1280Garanzia di pieno risarcimento per le vittime, stessi criteri di liquidazione in tutta Italia, conferma del risarcimento per danno morale o da sofferenza. Sono alcuni dei risultati ottenuti grazie all’approvazione di un emendamento del PD durante i lavori delle commissioni Finanze e Attività Produttive alla Camera sul disegno di legge per la concorrenza.

Grazie alle proposte di modifica approvate l’articolo 7 della legge annuale sulla concorrenza non presenta più incognite: possiamo ora affermare che parliamo di garanzia per il diritto delle vittime dei sinistri di un pieno risarcimento del danno non patrimoniale effettivamente subito e di razionalizzare in modo equo e giusto i costi gravanti sul sistema assicurativo.

Ci sono altri risultati importanti ottenuti grazie alle proposte. Finalmente su tutto il territorio italiano si applicheranno gli stessi criteri per la liquidazione dei risarcimenti dei danni: un’unica tabella garantirà uniformità, non più regioni con risarcimenti da serie A e regioni con risarcimenti da serie B. Nello stesso tempo è stato però sventato il rischio di cattive interpretazioni o surrettizie utilizzazioni della legge. La tabella che sarà adottata con Decreto del Presidente della Repubblica dovrà obbligatoriamente tenere conto dei criteri valutativi del danno non patrimoniale ritenuti congrui dalla consolidata Giurisprudenza di legittimità e quindi delle tabelle di Milano.

Un ultimo aspetto di grande rilievo riguarda i risarcimenti danni. Non sarà fortemente ridotto o eliminato come molti auspicavano il diritto a vedere risarcito il danno morale, il danno da sofferenza. Sarà poi comunque consentito un ulteriore aumento, sino al 30% del risarcimento del danno, in ragione di aspetti relazionali e personali obiettivamente accertati”.

Insomma, non hanno perso le Compagnie di Assicurazione, non hanno vinto gli Avvocati, ha vinto la Giustizia, hanno vinto i cittadini e le vittime dei sinistri stradali.