Aggressione omofoba a Roma: il Parlamento dia risposte concrete

omofobia“Ogni aggressione e violenza compiuta nel segno dell’omofobia è una condanna per l’inerzia del nostro Parlamento.” Lo dichiarano Silvia Fregolent, Simona Malpezzi e Irene Tinagli, parlamentari del Partito Democratovanni in Laterano a Roma, con l’aggressione ad un 46enne che ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari.”

La violenza basata sull’orientamento sessuale è uno dei più diffusi crimini d’odio presenti nel nostro Paese, non meno pericolosa di quella di genere o razziale.” Aggiungono le parlamentari “È molto grave che l’Italia, unico grande Paese europeo a non avere nella propria normativa questa previsione, lasci languire nel limbo del bicameralismo il disegno di legge in materia.”

“Nell’esprimere la nostra solidarietà all’ennesima vittima di aggressione e di ingiuria, e nell’auspicare un pronto ed efficace intervento delle forze dell’ordine e della magistratura, ci auguriamo che l’accaduto serva a far prendere coscienza all’intero arco delle forze politiche dell’urgenza di accelerare l’iter di queste norme, senza farsi rallentare o fuorviare dalle inconsulte e infondate campagne contro un disegno di legge che si limita ad affermare principi di universale dignità, sanciti e praticati in tutto il mondo civile.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *