DL energia. Fregolent: “siamo preoccupati, aspettiamo soluzioni dal governo”

Green_Economic_Opportunities-web_cropEstratto tratto da PublicPolicy

Nessun subemendamento agli emendamenti dei relatori al dl Efficienza energetica. È quanto riferiscono fonti parlamentari. I due emendamenti a firma Silva Fregolent e Gianluca Benamati (entrambi Pd) riguardano uno (il 2.23) la definizione di “impianti termici“, presente nell’articolo 2, e l’altro (5.10) sul contenimento del consumo di suolo nella costruzione di edifici pubblici a energia quasi zero.Il primo emendamento prevede la diminuzione da 10 a 5 kW della somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi che possono essere considerati “impianti termici”.

“Chiamo ma non risponde nessuno, siamo molto preoccupati. Aspettiamo per oggi soluzioni dal Governo per le coperture finanziarie, ma per ora nessuna novità”. Risponde così Silvia Fregolent (Pd) in merito alle coperture finanziarie alternative del dl Efficienza energetica (su ecobonus e bonus casa), in discussione nelle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera.

Erano attesi per questa mattina gli emendamenti del Governo sulle coperture alternative, volte a evitare gli aumenti Iva sugli allegati editoriali e sui prodotti dei distributori automatici, ma al momento non sono state presentate modifiche da parte dell’Esecutivo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *